Home Amore SEX REVOLUTION!

SEX REVOLUTION!

by Michelangelo Gatto
0 comment
Sesso del terso millennio

Vogliamo cambiare il mondo e toccare, nel cuore, le persone per mostrare loro la preziosità della luce che hanno dentro. Desideriamo rivoluzionare il concetto di sessualità, ripulirlo da ogni macchia, da ogni ombra di colpevolezza, di inadeguatezza, di immoralità e restituirlo così puro alle persone.

Crediamo di dover diventare consapevoli della sacralità dell’atto sessuale, affinché siamo più responsabili del livello di scambio di energia che avviene durante l’atto sessuale, affinché siamo coscienti che, quando facciamo l’amore, noi siamo una sola cosa con la divinità universale.

Dobbiamo riconoscere il potere dell’amore, dobbiamo sapere com’era usato anticamente, prima dell’avvento delle chiese, dobbiamo conoscere l’importanza di questo atto per rinnovare la nostra intima sacralità.

Impariamo a saper nutrire la nostra autostima attraverso la sessualità, la nostra grandezza, la nostra purezza. Il mondo deve migliorare attraverso una maggiore condivisione di una sessualità sacra.

Gli adolescenti devono vivere la piena accettazione della curiosità e del rispetto del proprio corpo e della propria sessualità, devono imparare il significato esistenziale e divino del sesso. Tutta l’umanità deve conoscere il senso e l’effetto fisiologico, energetico e animico del fare l’amore. 

Il mondo deve migliorare grazie all’atto sacro di amare.

Le persone devono sapere che, quando fanno sesso, stanno incrociando i loro destini.

Quando facciamo sesso, le nostre vibrazioni si sintonizzano su una stessa lunghezza d’onda, le nostre energie si contaminano, le nostre vite si tingono l’una dell’altra.

Dobbiamo innalzare la nostra visione di noi stessi in questa vita.

Eleviamo la nostra visione dell’importanza che abbiamo in questo mondo.

Ricordiamoci che, quando facciamo sesso, stiamo esprimendo la divinità che c’è in noi.

Le donne devono sapere di essere sacre sacerdotesse che hanno il compito di unire la terra al cielo, che hanno il compito di prendere gli uomini dal piano terrestre e istintivo e portarli al quello energetico e spirituale.

Gli uomini devono accettare che il loro compito è quello di lasciarsi condurre dalle donne alla scoperta dell’amore, per poi portarlo e condividerlo col mondo intero.

Uomini e donne devono tornare a sentire che l’universo intero è nel loro cuore, a sentire che il divino è in loro, che loro stessi sono il divino. Uomini e donne devono riconoscere che non esiste un’entità più grande di loro, di cui non fanno parte e alle cui leggi di separazione obbedire.

Facciamo del bene o del male solo in misura di quanto amore o quanta paura ospitiamo nel cuore ed esprimiamo nell’agire.

Le religioni devono smettere di occultare la sacralità del sesso e favorire il senso di colpa, il senso di inferiorità, di sudditanza, di inadeguatezza.

Vogliamo che le religioni insegnino che siamo divini, che siamo fatti di amore e siamo fatti per amare.

Le culture si devono rendere conto che il sesso e l’amore uniscono e superano ogni differenza e che difendere le diversità vuol dire creare senso di separazione, di paura, di lontananza, e contribuisce a tenerci nel mondo profano in cui viviamo.

Le famiglie devono insegnare ai figli che siamo qui per un motivo preciso e questo motivo è amare, nonostante le diversità, nonostante le paure, nonostante pensiamo di non esserne in grado, di non meritarlo o che non ci sia bisogno del nostro amore.

L’atto di espansione e di creazione del divino attraverso il nostro organismo è amare.

L’anima che vive, che canta, che balla e che gioisce, questo è amare.

Il sesso è l’atto più sacro che ci sia su questo pianeta. La vita ha scelto il sesso, come mezzo per assicurare la sopravvivenza delle specie e il perpetuarsi della vita stessa. L’istinto più incontrollabile che abbiamo è proprio quello che più ci innalza e più ci avvicina all’infinito.

Lo stesso atto assicura la vita e rappresenta il senso e lo scopo della vita. Non può essere un caso.

Non può essere un caso che il nostro scopo sia amare, se siamo nati da un atto d’amore.

Inoltre, non può essere un caso che lo stesso atto, che ci riconnette alla nostra divinità, generi anche la vita.

Noi siamo amare; il sesso è amare; ama e sii divino.

You may also like

Leave a Comment

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.