Home Comunicazione Sesso, se solo me lo avessi detto!

Sesso, se solo me lo avessi detto!

by Silvia Cerisetti
0 comment
Coppia a letto che utilizzano i cellulari dandosi la schiena

Questo benedetto sesso! Basta un “click” ed è alla portata, almeno visiva, di tutti.
Se ne parla tanto (a volte male) e spesso si fa poco, o non bene come vorremmo.

Dovrebbe essere come nei film, un sesso scoppiettante, con un’intesa pazzesca tra i due, fin dalla prima volta.
Lui sa già cosa vuole lei, lei sa già come far impazzire lui. Nasce un’esplosione magica dei sensi e, il risultato, è un amplesso incredibilmente sincronizzato, come due pezzi di puzzle che si uniscono perfettamente.
Certo, può capitare, ma è più frequente che la realtà sia un’altra.

Carlo e Patrizia

Voglio raccontare la storia di Carlo e Patrizia, una coppia sulla quarantina, sposati da 10 anni e con figli.
Una coppia stanca, trascinata dagli impegni quotidiani e un po’ annoiata dalla routine.
Una sera si organizzano con baby-sitter e vanno al cinema, spinti dalla curiosità del successo mediatico di “Cinquanta sfumature di grigio”. Si divertono e, tra un pop corn e una bibita, sghignazzano imbarazzati da alcune scene (ma come imbarazzati, non sono sposati da 10 anni?!?).

Quando escono è Patrizia a rompere il ghiaccio e, con la scusa di commentare qualche dettaglio piccante del film, prende coraggio e ammette “Sai, a me non piace quando mi fai…”.
Inizia a confidarsi con il marito per la prima volta (sempre quello con cui è sposata da 10 anni!) a proposito di quello che le piace, e quello che non le piace, durante i rapporti sessuali.
Per contro, la reazione è piuttosto inaspettata, perché anche Carlo, incoraggiato da quelle confessioni, parla delle sue frustrazioni sessuali. Di quanto abbiano rapporti sporadici, troppo frettolosi, del fatto che a lui piacciono cose che lei non ha mai fatto.

Dopo un’ora di chiacchiere, si guardano e si chiedono sconsolati “Perché non ce lo siamo detti prima?”

Può essere che il rapporto non sia “scoppiettante” o che con un partner non ci sia un’intesa immediata.
Di sicuro una cosa è certa: se non ci permettiamo di dire cosa vogliamo, cosa ci piace realmente, e non permettiamo all’altro di saperlo, le cose si complicano!

Abbandoniamo imbarazzi, paure del giudizio, vergogne e comunichiamo quello che ci piace, cosa vogliamo, cosa è importante per noi a livello sessuale (e non solo) e chiediamo cosa vuole l’altro!
Troppo spesso desideriamo la sincerità nel rapporto su tanti livelli, omettendo verità legate alla sessualità.

Questo rischia di compromettere l’intimità e la complicità che invece desideriamo. La sessualità è una parte fondamentale, vitale, necessaria e sacra nella coppia per sminuirla così.

Davvero vogliamo che tabù, pudori o vergogna ci impediscano di parlarne? Vogliamo vivere così?
Magari non ci si fa problemi a recriminare, rivangare cose passate, urlare in faccia diritti e doveri e non parliamo di come stiamo a letto con il nostro lui o la nostra lei?

Se siamo in una relazione importante o, a maggior ragione, con il compagno/a che abbiamo scelto nella nostra vita, è uno spreco uscirsene dopo del tempo (troppo tempo!) con “Se solo me lo avessi detto!”

You may also like

Leave a Comment

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.