Home Atteggiamento Responsabilità al 100%

Responsabilità al 100%

by Silvia Cerisetti
0 comment
Ragazza pensierosa stesa sul letto con le gambe alzate appoggiate al muro

Non gettare sugli altri la tua responsabilità; è questo che ti mantiene infelice. Assumiti la piena responsabilità. Ricorda sempre:
“Io sono responsabile della mia vita. Nessun altro è responsabile; pertanto, se sono infelice, devo scrutare nella mia consapevolezza: qualcosa in me non va, ecco perché creo infelicità tutt’intorno a me”.

Osho

Lo so, la “lamentite” sembra essere uno degli sport nazionali. Spesso ci lamentiamo di situazioni, condizioni, sfortune e ci lasciamo trascinare da un atteggiamento sfiduciato, rinunciatario, passivo.

Il nostro stato d’animo, ovvero come ci sentiamo in una determinata situazione, influenza i nostri risultati. Ce lo dobbiamo mettere in testa. Se pensiamo che una cosa andrà male, succederà, se pensiamo “capitano tutte a me”, noteremo tutte le “sfighe” possibili ed immaginabili.

Siamo spinti a credere che il nostro stato d’animo dipenda da fattori esterni e, quindi, che siamo in totale balia degli eventi. Pensiamo che se ci capitano buone cose, ci sentiremo bene, viceversa staremo male.
Troppo spesso diamo la responsabilità o, parola che mi fa venire i brividi, la colpa della nostra infelicità agli altri.

Quanto è vero anche nelle relazioni? Quanto è vero nel sesso?

È tutta colpa sua!

“Se non lo facciamo è colpa sua”, “Non provo piacere perché lui/lei non fa…”. Porca vacca, prendiamoci la responsabilità al 100% delle relazioni che intrecciamo e prendiamoci la responsabilità al 100% della sessualità che viviamo.

Se non ci piace una cosa, comunichiamola. Se non ci va bene una situazione, cambiamola. Se rientra in quei rari casi in cui non possiamo fare molto per cambiare una cosa, cambiamo il modo in cui DECIDIAMO di vivere quella cosa.
Come ci sentiamo dipende sempre da noi!

Delegare costantemente la nostra vita, le nostre relazioni, la nostra sessualità è facile, ma siamo onesti con noi stessi.

Siamo onesti con noi stessi se ci attiriamo persone che impoveriscono la nostra anima, che hanno un’energia bassa, che vivono una sessualità mediocre. Siamo onesti con noi stessi se ci facciamo andare bene persone, situazioni che non ci innalzano, che non ci fanno vibrare come vorremmo e meritiamo.

Farsi portare dalle onde del “vivacchiamento”, del “tirare avanti” o del accontentarsi dipende da noi.
Decidere di prendersi la responsabilità di quello che funziona, di quello che non funziona e di come ci sentiamo, è un’altra storia e ci permette di vivere decisamente meglio!

Un esercizio efficace per avere un buon atteggiamento è abituarci a sentirci come vogliamo sentirci, nella vita e nella sessualità.

Se, quando facciamo l’amore, ci sentiamo inadeguati, a disagio, “imparanoiati”, mentre vorremmo goderci completamente il momento, è perché non siamo allenati a farlo.
Alleniamoci a sentirci entusiasti, appassionati, curiosi, giocosi, amorevoli. Diventerà una sana abitudine che metterà in moto un circolo virtuoso.

Ricordiamoci che è dal nostro stato d’animo che dipendono i risultati che otteniamo, non il contrario!

You may also like

Leave a Comment

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.